FAI - FONDO AMBIENTE ITALIANO
Un percorso per rendere sostenibile il patrimonio artistico italiano

Una partnership virtuosa: il nostro impegno a favore del territorio

Edison è al fianco del FAI per creare valore per le comunità locali di tutto il territorio nazionale. La collaborazione si concretizza in tre diverse attività accomunate dalla volontà di condividere un percorso comune verso la sostenibilità e un uso più efficiente delle risorse.

Efficienza energetica

La partnership prevede l’avvio di una smart audit, ovvero una diagnosi energetica, presso cinque beni della Fondazione, con l'obiettivo di individuare gli interventi utili ad un uso più efficiente delle risorse, con un minor impatto ambientale.

Mobilità elettrica

Promuoviamo un concetto più sostenibile di mobilità. Per questo motivo doteremo le aree parcheggio di quattro beni FAI di colonnine elettriche per la ricarica di veicoli elettrici che saranno a disposizione di tutti i visitatori.

Energia

Porteremo la nostra energia a tutti i beni FAI sul territorio italiano, diventando fornitore ufficiale di energia elettrica e gas della Fondazione.

 

I luoghi valorizzati

Il primo passo verso l’efficientamento energetico del patrimonio del FAI è stato fatto presso La Cavallerizza a Milano, sede della Fondazione. La struttura, presso la quale sono conservati i volumi storici della Biblioteca Nazionale Braidense, ha visto la sostituzione del precedente impianto per il riscaldamento con una soluzione più efficiente dotata di un moderno sistema a pompe di calore a gas: questa tecnologia è in grado di abbattere le emissioni di CO2, ridurre la spesa energetica e permetterà di conservare in sicurezza il patrimonio bibliografico mantenendo costanti i livelli di temperatura e umidità.

Le altre sedi interessate dagli interventi Edison sono Villa Panza e il Monastero di Torba a Varese, Villa dei Vescovi a Luvigliano, frazione di Torreglia, Padova, il Castello e Parco di Masino a Masino, frazione di Caravino, Torino e Villa Necchi Campiglio a Milano.

"Siamo onorati e orgogliosi di mettere le nostre competenze e i nostri servizi a disposizione delle comunità locali in particolare laddove ci siano esigenze o opportunità di ridurre l’impatto ambientale garantendo la fruibilità di opere di valore storico e culturale di cui il nostro Paese è ricco."
Paolo Quaini - Direttore Servizi Energetici e Ambientali
"Siamo onorati e orgogliosi di mettere le nostre competenze e i nostri servizi a disposizione delle comunità locali in particolare laddove ci siano esigenze o opportunità di ridurre l’impatto ambientale garantendo la fruibilità di opere di valore storico e culturale di cui il nostro Paese è ricco."
Paolo Quaini - Direttore Servizi Energetici e Ambientali

Edison e il Territorio

La collaborazione con il Fondo Ambiente Italiano nasce dalla convinzione che chi opera ogni giorno sul territorio ha il compito di creare valore per le comunità locali che lo ospitano, contribuendo in maniera concreta alla salvaguardia dei luoghi e delle realtà di interesse sociale, culturale e turistico presenti nel nostro Paese.

Leggi il comunicato

dalle 500 alle 1000

Le tonnellate di CO2 che è possibile risparmiare in un anno efficientando tutti i beni del FAI

fino al 30%

La riduzione massima possibile della bolletta energetica grazie all'efficientamento 

5

Le smart audit attivate presso i luoghi FAI coinvolti nell'iniziativa

4

I parcheggi dotati di infrastrutture per la ricarica di auto elettriche

FAI, tutela e valorizzazione del patrimonio italiano

La Fondazione senza scopo di lucro è nata nel 1975 per prendersi cura dei luoghi unici del nostro Paese, per educare alla conoscenza dei suoi Beni storici e artistici e per vigilare sulla tutela culturale come sancito dalla Costituzione italiana, senza dimenticare l’attenzione e l’impegno per la sostenibilità.

Il FAI ha scelto di sostanziare questo impegno riducendo le proprie emissioni di CO2 del 15% in dieci anni a partire dal 2015. Grazie alla collaborazione con Edison riuscirà a rinforzare questo percorso arrivando ad abbattere le proprie emissioni fino al 30%.