Edison chiude il primo semestre con ricavi a 3,1 miliardi di euro (-28%) ed EBITDA in crescita a 380 milioni di euro (+11,4%) grazie soprattutto al contributo delle rinnovabili

Nonostante la crisi economica determinata dal Covid-19 che ha avuto un impatto negativo per 47 milioni di euro sull’Ebitda del periodo, il risultato netto da Continuing Operations, ossia escludendo le attività in dismissione dell’E&P, si attesta a 104 milioni di euro (129 milioni di euro nello stesso periodo del 2019). Il risultato netto del Gruppo Edison, che include le attività E&P oggetto di cessione, è negativo per 65 milioni di euro (-398 milioni di euro nel primo semestre del 2019).

Edison conferma le stime di febbraio per l'EBITDA 2020 in un intervallo compreso tra 560 e 620 milioni di euro.

Milano, 30 luglio 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di Edison, riunitosi ieri, ha esaminato la Relazione Finanziaria Semestrale al 30 giugno 2020, che si è chiusa con un EBITDA in crescita dell’11,4% a 380 milioni di euro (341 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso anno) e dello 0,5% a perimetro costante, nonostante il permanere di un quadro macroeconomico fortemente deteriorato a causa della crisi innescata dall’emergenza sanitaria da Covid-19 che ha avuto un impatto negativo per 47 milioni di euro sull’Ebitda del periodo.

Al risultato ha concorso la buona performance operativa delle attività caratteristiche di Edison e, in particolare, della Filiera Energia Elettrica (+11,2% a 259 milioni di euro) che ha beneficiato del maggior contributo della generazione rinnovabile. Si ricorda che lo scorso anno Edison ha ampliato il proprio perimetro, diventando il secondo operatore dell’eolico in Italia, ponendo le basi per lo sviluppo nel fotovoltaico e si è affermata come player integrato lungo tutta la filiera delle rinnovabili.

Positivo anche il contributo delle Attività Gas (+5% a 167 milioni di euro), per effetto anche dell’ottimizzazione delle flessibilità dei contratti di importazione del gas tramite gasdotto. Si evidenzia che il risultato di questa area di business tiene conto anche delle attività Exploration & Production in Algeria e Norvegia che, a seguito delle revisioni dell’accordo di vendita a Energean Plc, sono state escluse dal perimetro di vendita e riconsolidate da gennaio 2020. I risultati del primo semestre 2019 sono pertanto stati riesposti ai sensi dell’IFRS 5. Sono state invece considerate come Discontinued Operations (attività in dismissione) le rimanenti attività relative al business E&P nel Mediterraneo e Mare del Nord (UK) che pertanto non hanno contribuito ai ricavi di vendita e al margine operativo lordo.

Edison conferma quindi la propria strategia di disimpegno dalle attività E&P e di investimento per la transizione energetica puntando su produzione da fonti rinnovabili e gas di ultima generazione, efficienza energetica e servizi innovativi per le imprese, la pubblica amministrazione e la clientela residenziale. La strategia di rafforzamento nelle rinnovabili e nell’efficienza energetica ha trovato il sostegno della Banca Europea degli Investimenti (BEI), che ha firmato con Edison un Green Framework Loan da 300 milioni di euro, cui si aggiunge un finanziamento da 150 milioni di euro per il rifacimento di un impianto a ciclo combinato di ultima generazione a Marghera.

L’indebitamento finanziario netto al 30 giugno 2020 si attesta a 624 milioni di euro da 516 milioni di euro al 31 dicembre 2019. Edison mantiene un solido profilo economico e finanziario e può attingere a importanti riserve di liquidità per supportare sia le esigenze operative sia i piani di sviluppo del business.

 

HIGHLIGHTS GRUPPO EDISON

in milioni di euro 6 mesi 2020 (1) 6 mesi 2019 (1)
Ricavi di vendita 3.107 4.321
Margine operativo lordo 380 341
Risultato operativo 164 172
Risultato netto da Continuing Operations 104 129
Risultato netto di Gruppo (65) (398)

(1) Ai sensi del principio contabile internazionale IFRS 5 le poste economiche che concorrono al risultato delle Continuing Operations: (i) escludono il contributo delle attività E&P rientranti nel perimetro di cessione a Energean classificate come Discontinued Operations; (ii) includono il contributo delle attività E&P in Algeria e Norvegia che restano di proprietà Edison, la cui cessione non è più ritenuta altamente probabile nel breve termine, riconsolidate retrospettivamente dall’1 gennaio 2020. I valori del primo semestre 2019 sono stati conseguentemente riesposti per consentire un confronto omogeneo.

 

Per leggere il testo integrale del comunicato, scarica il pdf allegato.

Scarica il documento
CONTATTI

Ufficio Stampa

Elena Distaso

Telefono: +39 02 62228522
Cellulare: +39 338 2500609

Email: elena.distaso@edison.it

Lucia Caltagirone

Telefono: +39 02 62228283
Cellulare: +39 331 6283718

Email: lucia.caltagirone@edison.it

Antonio Caramia

Telefono: +39 02 62228165
Cellulare: +39 366 8342902

Email: antonio.caramia@edison.it

Lorenzo Matucci

Telefono: +39 02 62227806
Cellulare: +39 337 1500332

Email: lorenzo.matucci@edison.it

Davide Calvi

Telefono: +39 02 62227834
Cellulare: +39 337 1108265

Email: Davide.calvi@edison.it

 

 

 

 

CONTATTI

Investor Relations

Valeria Minazzi

Telefono: +39 02 62227889
Fax: +39 02 62227847

Email: valeria.minazzi@edison.it