Edison: firmati gli accordi definitivi per la costruzione del gasdotto di interconnessione Grecia-Bulgaria (IGB)

Edison, attraverso IGI-POSEIDON – joint venture paritetica con la società greca DEPA SA -, ha firmato gli accordi per l'avvio delle attività di costruzione di IGB, gasdotto di interconnessione tra Grecia-Bulgaria. La firma è avvenuta a Sofia alla presenza del Ministro bulgaro dell'Energia, Temenuzhka Petkova e del Ministro dell'Ambiente e dell'Energia della Repubblica ellenica, Kostis Hatzidakis che hanno anche firmato un accordo intergovernativo che regola il regime fiscale del progetto.

Il progetto IGB, che è sviluppato da ICGB AD - joint venture 50-50 tra IGI Poseidon SA e Bulgarian Energy Holding (BEH) –, è parte, con i progetti Poseidon ed Eastmed, di in un sistema di infrastrutture promosso da IGI Poseidon che contribuisce all’ampliamento del Corridoio Sud del gas e alla diversificazione di rotte e di fonti di gas verso l’Europa a sostegno degli obiettivi di sicurezza energetica, competitività e sostenibilità dell’Unione Europea.

In aggiunta agli accordi tra gli azionisti e tra i Governi, a Sofia sono stati firmati anche gli accordi di ICGB, con gli shipper per il trasporto del gas, con Corinth Pipeworks per la fornitura di tubi e con AVAX per la costruzione dell’infrastruttura.

Sono stati infine firmati gli accordi con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI) per 110 milioni di euro che, con i contributi europei per 84 milioni di euro e con gli apporti di capitale sociale degli azionisti, assicurano le risorse finanziarie per la realizzazione del progetto.

Negli ultimi anni, IGI-POSEIDON (50% DEPA e 50% Edison) ha sviluppato il progetto IGB contribuendo al collegamento del Corridoio Sud con i Paesi balcanici a nord della Grecia e consentendo così di diversificare la fornitura di gas naturale nella regione del sud-est Europa.

IL PROGETTO IGB

IGB è un gasdotto lungo 182 km (di cui 31 km in Grecia e 151 km in Bulgaria), che inizia a Komotini e termina nella città di Stara Zagora in Bulgaria, collegando il sistema greco del gas naturale con quello bulgaro. Nell'area di Komotini è prevista l'interconnessione con il gasdotto TAP.

Il progetto è sviluppato da ICGB AD, una jv al 50% tra IGI- POSEIDON SA e Bulgarian Energy Holding (BEH). Il progetto IGB è incluso tra i Progetti di interesse comune (PCI) della Commissione Europea ai sensi del regolamento europeo 347/2013 e, da luglio 2015, è incluso nell'elenco dei progetti prioritari per la Central and South Eastern Europe Gas Connectivity (CESEC).

Il cofinanziamento UE approvato è così suddiviso: 45 milioni di euro, nell'ambito del programma EEPR, e 39 milioni di euro con riferimento ai fondi strutturali (Bulgaria’s Competitiveness Operational Program). 2 Il progetto prevede uno sviluppo in due fasi: nella prima la capacità del gasdotto sarà di 3 miliardi di metri cubi di gas, di cui 2,7 miliardi di metri cubi saranno offerti per il mercato a lungo termine, la rimanente quota di 0,3 miliardi di metri cubi a breve termine. In una seconda fase, anche in funzione dell’evoluzione del mercato, la capacità del gasdotto potrà essere aumentata a 5,3 miliardi di metri cubi di gas grazie all'aggiunta di una stazione di compressione: 4,5 miliardi di metri cubi di gas saranno offerti per prodotti a lungo termine, 0,5 miliardi di metri cubi di gas a breve termine.

Scarica il documento
CONTATTI

Ufficio Stampa

Elena Distaso

Telefono: +39 02 62228522
Cellulare: +39 338 2500609

Email: elena.distaso@edison.it

Lucia Caltagirone

Telefono: +39 02 62228283
Cellulare: +39 331 6283718

Email: lucia.caltagirone@edison.it

Antonio Caramia

Telefono: +39 02 62228165
Cellulare: +39 366 8342902

Email: antonio.caramia@edison.it

Lorenzo Matucci

Telefono: +39 02 62227806
Cellulare: +39 337 1500332

Email: lorenzo.matucci@edison.it

Davide Calvi

Telefono: +39 02 62227834
Cellulare: +39 337 1108265

Email: Davide.calvi@edison.it