Milano festeggia i 124 anni del tram elettrico

Il 2 novembre 1893 il tram elettrico percorreva i suoi primi tre chilometri: da piazza Duomo ad Arco della Pace.

Ci accompagna quotidianamente in giro per la città: da casa al lavoro, a scuola, alle vie del centro, ovunque vogliamo andare. Il tram elettrico, che oggi percorre tutta Milano, compie 124 anni. Probabilmente c’è chi ci sale ogni giorno ma chi può dire di conoscere la sua storia? Ripercorriamola insieme, impiegheremo il tempo di poche fermate.

Il tram elettrico nasce il 2 novembre 1893: quel giorno, venne inaugurata la prima linea tranviaria, da piazza Duomo all’Arco della Pace. 

Il merito è del “nostro” Angelo Bertini che, soltanto un anno prima, aveva presentato un progetto di elettrificazione della rete tranviaria urbana. Pensa che, fino ad allora, il tram funzionava a trazione animale (sì, a cavallo, proprio come una carrozza). 

Inizialmente, i milanesi non accolsero con entusiasmo quel moderno mezzo di trasporto: temevano che fosse troppo veloce o che i cavi elettrici potessero oscurare la vista del cielo. Ma ci si abituarono presto. Nel 1895, la nostra proposta di elettrificazione del servizio venne approvata dal Comune e si concretizzò in una convenzione tra Edison e il Municipio di Milano, durata fino al 1917. 

I primi tram, numerati da 1 a 10, erano di un colore rosso cupo, con filetti neri, e venivano manovrati da personale in divisa blu e rossa. Oggi le linee tranviarie sono 17, servite da 334 tram che viaggiano attraverso una rete lunga complessivamente 170 km. Il tram è diventato uno dei simboli più caratteristici di Milano e, probabilmente, uno dei mezzi di trasporto più amati dai suoi cittadini.
Anche quando lo manchiamo di pochi secondi ;) 

Edison Casa

Scopri Edison Netatmo. Controlla la temperatura di casa e riduci i consumi.