La centrale idroelettrica Belviso (SO)

La centrale idroelettrica Belviso (SO)

Come funziona l’impianto

L’impianto di Belviso costituisce il secondo salto della concessione detta del Belviso Superiore - Inferiore; comprende il serbatoio di Ganda da 60.000 m³ a regolazione giornaliera nel quale confluiscono le acque di scarico della Centrale Ganda, del bacino residuo del torrente Belviso, a valle della diga Frera, e del torrente Aprica. I torrenti Bondone e Caronella, affluenti di sinistra del Belviso, riversano le portate direttamente nel canale derivatore.

L’opera di sbarramento principale è costituita dalla diga di Ganda, classificata come diga ad arco semplice, tracimabile. La diga ha uno sviluppo al coronamento di 90 m circa ed un’altezzadi 25,20 m. L’invaso utile è di 60.000 m³, la quota massima di regolazione è 913 m s.l.m. La diga è munita di ciglio sfiorante, per lo smaltimento delle piene, costituito da 17 luci aventi uno sviluppo complessivo di 78,8 m, di uno scarico di fondo posto nel corpo della diga dotato di due paratoie piane, a carrello, in serie e di un secondo scarico di fondo, più basso in sponda sinistra, con una paratoia piana a strisciamento.

La Centrale è stata realizzata completamente in caverna; in sala macchine sono installati due gruppi generatori ad asse orizzontale, costituiti ciascuno da due turbine Pelton da 428 giri/minuto. Il gruppo uno ha un generatore da 35 MVA, mentre il gruppo tre è dotato di un generatore da 39 MVA. Oltre alle due macchine principali di produzione, vi è un gruppetto ad asse verticale con turbina Pelton della potenza di 2,6 MW 1500 giri/minuto, 6,3 kV utilizzato esclusivamente come riserva per i servizi ausiliari di tutto l’impianto.

In un locale attiguo alla sala macchine sono installati i quadri MT 10 kV, cui sono attestati i gruppi, i trasformatori di potenza e la trasformazione 6 / 10 kV; da qui si diparte la distribuzione dei servizi ausiliari della Centrale ed una linea 10 kV che alimenta la cabina Dosso Mondini e la Centrale di Ganda.

La centrale idroelettrica in 3D

La centrale idroelettrica in 3D

Scheda tecnica

Via Falck 10, 23030 Tresenda di Teglio (SO)
ANNO DI ESERCIZIO
1947
POTENZA INSTALLATA
62 MW
PRODUCIBILITÀ MEDIA
128,58 GWh
TIPO IMPIANTO

L’impianto

L’impianto fa parte dell’asta idroelettrica del Belviso nei comuni di Aprica (SO) e Teglio (SO). L’asta idroelettrica comprende gli impianti denominati Ganda e Belviso.

DETTAGLI

Tipo impianto: a serbatoio con regolazione giornaliera

Acque utilizzate: Belviso, Aprica, Bondone, Caronella

Personale e controllo operativo

Personale operativo
l’impianto non ha personale; il personale dell’Area Valtellina interviene anche sull’impianto Belviso
Controllo operativo e trasimissione dati
La conduzione dell’impianto avviene tramite il Centro di Teleconduzione di Venina
Presidio dell'impianto
2 guardiani della diga di Ganda