L'ENERGIA DEI CORPI
Edison al Tempo delle Donne

Milano, 13-14-15 settembre 2019

Per il quarto anno consecutivo, Edison affianca l'iniziativa del Corriere della Sera e nata da un’idea de La27esimaOra. Alla Triennale di Milano, ricercatori, artisti, pensatori e non solo parlano dei corpi in tutte le loro forme.

"Ai corpi e alla loro continua evoluzione è dedicato il Tempo delle Donne 2019 durante il quale cercheremo di capire, con tutto il corpo, chi siamo diventati e chi potremmo diventare"
Barbara Stefanelli, Vicedirettrice vicario del Corriere della Sera
"Ai corpi e alla loro continua evoluzione è dedicato il Tempo delle Donne 2019 durante il quale cercheremo di capire, con tutto il corpo, chi siamo diventati e chi potremmo diventare"
Barbara Stefanelli, Vicedirettrice vicario del Corriere della Sera

I CORPI

Al centro di questa edizione de Il Tempo delle donne: i corpi e la loro trasformazione nel tempo.
Tre giorni e due aspetti su cui riflettere.
Il primo, più filosofico, è sul rapporto che esiste fra mente e corpo e che, soggetto ad una continua metamorfosi,  porta con sé una necessaria accettazione dell’imperfezione.
Il secondo si lega alla tecnologia: come il futuro che è già tra noi potrà cambiare i nostri corpi e, con loro, la nostra anima o psiche?

L'energia de Il Tempo delle Donne

Edison, main Partner anche nella sesta edizione della manifestazione, dà la sua energia a Il Tempo delle Donne che quest'anno è entrata in "corpi" nuovi come le Officine Edison.

Energia del pensiero, energia per un futuro migliore.

Non basta un garage ci vuole una visione

Dialoghi sul futuro

Idee e visioni di filosofe e filosofi, scienziate e scienziati, innovatrici e innovatori, donne e uomini esperti di tecnologie, società, costume. E ancora studenti, docenti, professionisti si alternano sul palco della Triennale di Milano per confrontarsi, dialogare e dibattere sulle prospettive del futuro.

Venerdì 13 settembre - ore 19:00

Sabato 14 settembre - ore 15:00

Domenica 15 settembre - ore 15:00

Come ti immagini il futuro?

Un wall per condividere la propria visione

Negli spazi della Triennale prenderà corpo un'installazione interattiva: su una grande parete saranno pubblicate le opinioni e le aspettative degli italiani sul futuro in costruzione ma che è anche già qui. I visitatori potranno giocare con i dati della ricerca lanciata dal Corriere della Sera in collaborazione con Edison. Entriamo nei grafici e scopriamo la nostra idea di futuro.

GLI ITALIANI E IL FUTURO

Il pensiero del futuro da sempre affascina l’umanità. Uomini e donne, giovani e meno giovani, tutti noi, inevitabilmente, viviamo con uno sguardo puntato in avanti. Ma cos'è il futuro? Come ce lo immaginiamo? Cosa si intende quando si parla di futuro? Qual è l’arco temporale a cui ci riferiamo? Quanto in là vanno i nostri occhi e i nostri pensieri?

Per rispondere a questi interrogativi, Edison in collaborazione con RCS-Il Tempo delle Donne, ha avviato un sondaggio digitale che indaga il sentimento e la percezione degli Italiani in merito al futuro su temi di grande attualità come sostenibilità, ambiente, salute, alimentazione, energia, genetica e tecnologie intelligenti.

Scopri la ricerca

La nostra collaborazione

Per accelerare i cambiamenti è necessario condividere idee, storie e azioni. Per questo da quattro anni siamo al fianco de Il Tempo delle Donne per stimolare la riflessione sui temi del presente.

Scopri di più sulle passate edizioni.

La felicità adesso

EDIZIONE 2018

La felicità è un obiettivo da perseguire e ottenere e l'energia può rappresentare uno stimolo per migliorare la qualità delle nostre vite, come strumento per connettere le persone, le città e il quotidiano, come spinta per andare avanti, superare il presente e cercare soluzioni.

Essere smart in un mondo in cambiamento

EDIZIONE 2017

Smart home, smart city e smart working. Abbiamo raccontato in che modo la tecnologia ci permette di vivere il presente in maniera più intelligente e sostenibile. Perché essere consapevoli del cambiamento può aiutare a viverlo.

Belle Curiose

EDIZIONE 2016

"Tutte le porte che la scienza può aprire alle donne". È stato il titolo dell'incontro con il quale abbiamo stimolato la riflessione sugli stereotipi di genere che vorrebbero le donne meno portate per le materie scientifiche.