Remunerazione

Il Comitato per la Remunerazione è composto da quattro membri, tutti amministratori non esecutivi, di cui tre indipendenti. Ne sono attuali componenti: Paolo Di Benedetto (Presidente e indipendente), Gian Maria Gros-Pietro (indipendente), Nathalie Tocci (indipendente) e Nicole Verdier-Naves. L'attuale composizione è in linea con la raccomandazione del Codice, il quale prevede che la maggioranza dei componenti siano indipendenti e che almeno un componente possieda un'adeguata conoscenza ed esperienza in materia finanziaria e in materia di politiche retributive. Al Comitato per la Remunerazione spettano attualmente le seguenti funzioni di natura consultiva e propositiva, a supporto delle decisioni del Consiglio di Amministrazione: 

  • formulare pareri in ordine alla politica per la remunerazione degli amministratori;

  • formulare proposte sulla remunerazione del Presidente del Consiglio di Amministrazione, dell’Amministratore Delegato e degli altri amministratori che rivestono particolari cariche nella Società;
  • valutare le linee guida ed i criteri afferenti alla politica di remunerazione del management, con particolare riguardo ai dirigenti con responsabilità strategiche, esprimendo il relativo parere;
  • formulare proposte o esprimere pareri sulla fissazione degli obiettivi di performance correlati alla componente variabile di breve e medio/lungo termine per gli amministratori per i quali è stata definita tale componente e per il top management, con particolare riguardo ai dirigenti con responsabilità strategiche;

  • verificare l'effettivo raggiungimento degli obiettivi di performance, esprimendo conseguentemente proposte o pareri di consuntivazione della componente variabile sulla base dei risultati raggiunti, rispettivamente per gli amministratori per i quali sia stata definita tale componente, e per il top management, con particolare riferimento ai dirigenti con responsabilità strategiche;  

  • valutare periodicamente l’adeguatezza, la coerenza complessiva e la corretta applicazione della politica per la remunerazione dei soggetti indicati ai precedenti punti, anche nei confronti del mercato, formulando proposte in materia;
  • esprimere pareri e raccomandazioni per gli eventuali piani di remunerazione di medio e lungo periodo (LTI) per gli amministratori esecutivi e per il management;
  • esaminare ed esprimere al Consiglio il proprio parere sul documento di Relazione Annuale sulla Remunerazione, da sottoporre all'Assemblea.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione e l’Amministratore Delegato hanno diritto di  prendere parte ai lavori del Comitato con mere funzioni consultive e senza pertanto il potere di partecipare alle deliberazioni del Comitato, fermo rimanendo il principio che essi non potranno assistere alla trattazione delle materie che riguardano la loro remunerazione.

Alle riunioni del Comitato possono essere invitati a partecipare con funzioni consultive, di volta in volta, gli altri amministratori, dipendenti ed esperti, nonché il Presidente del Collegio Sindacale e gli altri sindaci.

Il Presidente del Comitato formula al Presidente del Consiglio di Amministrazione e all'Amministratore delegato indicazioni in ordine ad eventuali argomenti da includere nell'ordine del giorno delle riunioni del Consiglio di Amministrazione. Alla prima riunione successiva, di norma, il Presidente del Comitato informa il Consiglio di Amministrazione delle decisioni assunte, anche nella forma di proposta, in ordine alle valutazioni e ai pareri assunti sulle tematiche di propria competenza.

Il Comitato riferisce all'assemblea degli azionisti, nell'ambito della Relazione di Governance, sulle modalità di esercizio delle proprie funzioni. 

Il Comitato è assistito, nell'organizzazione delle proprie riunioni, dal Segretario del Consiglio di Amministrazione, che assicura la verbalizzazione delle riunioni e il coordinamento delle attività con il Consiglio di Amministrazione, e dal Direttore Human Resources & Organization che, di norma, su invito del Comitato stesso, presenzia alle riunioni e fornisce il necessario supporto tecnico.