Progetto BioVega

 

Il campo Vega, laboratorio di Biodiversità

La piattaforma Vega-A di Edison è un'oasi di ripopolamento marino per specie animali e vegetali prima assenti in quel tratto del canale di Sicilia.

È quanto emerge da BioVega, il progetto dell'Area Marina Protetta Isole Ciclopi di Acitrezza, presentato dai ricercatori dell’Area e dai responsabili delle attività di Edison in Sicilia e Siracusa.

La prima fase del progetto si è conclusa nel 2014, evidenziando che i principali abitanti del jacket sono i molluschi, con 17 specie presenti. In particolare il numero elevato di Neopycnodonte Coclear è tale da costituire uno strato di circa 20cm che ricopre quasi interamente i piloni del jacket. Si rileva inoltre la presenza di varie specie di pesci Chromis Chromis (Monachelle), Spondyliosoma Cantharus (Tanuta), la Seriola Dumerili (Ricciola) e la Balistes Capriscus (Pesce Balestra).

A conclusione di questa prima fase del progetto si può affermare che la piattaforma ha un’elevata biodiversità ed un effetto attrattivo anche per molte specie che normalmente non sarebbero presenti in tale tipo di ambiente: tale situazione la rende “fishing attracting device” (FAD) per le specie rilevate.

Si sta valutando, come successiva fase del progetto, di installare delle Reef Balls, che consistono in semisfere di cemento o materiale simile, di notevoli dimensioni, da installare sulle strutture secondarie del jacket ed eventualmente sul fondo marino, al fine di creare ambienti di nidificazione e  riproduzione della fauna marina.