Le idee che rivoluzionano l'energia | Edison Pulse #Energia

Complesso e sempre in movimento: il settore dell’energia non smette mai di evolversi e lo fa soprattutto attraverso le idee. Per questo, una delle quattro categorie di Edison Pulse è dedicata proprio all’Energia.

Come si fa, in concreto, a cambiare il mondo dell’energia
Si può intervenire nell’ambito della produzione, dello stoccaggio, del consumo e della condivisione di energia, con tecnologie e idee in grado di individuare nuove fonti e nuove modalità per produrre energia, di ottimizzare la distribuzione tramite l’accumulo e la “conservazione” dell’energia prodotta utilizzando fonti rinnovabili, di rendere più efficiente e più “libero” (pensiamo alle applicazioni della filosofia open source) il consumo di energia elettrica.
Ma cambiare il mondo dell’energia può significare anche cambiare il modo in cui la viviamo. Una rivoluzione già in atto in questo senso è quella rappresentata dalle smart city. Prendere parte a questa rivoluzione significa proporre idee che spingano soluzioni energetiche intelligenti, in grado di ottimizzare la mobilità e l’illuminazione urbana, di rendere più efficienti le infrastrutture in cui viviamo e lavoriamo, di promuovere la digitalizzazione.

Sono queste le direzioni che abbiamo suggerito di prendere con Edison Pulse. E le idee che le hanno percorse sono tante: 71 startup hanno candidato il loro progetto con l’obiettivo di cambiare il mondo dell’energia. Tra queste, cinque sono arrivate in finale:

  • Enerbrain (Torino), che ha presentato un’innovativa soluzione di retrofit energetico: Energy Cloud, che garantisce il comfort ambientale e una riduzione dei consumi e delle emissioni del 30% grazie a centraline e sensori IoT connessi ad algoritmi per la regolazione degli impianti di climatizzazione.
  • Elemize (Roma), in gara con un dispositivo IoT per la gestione dei sistemi di accumulo, in grado di prevedere il consumo, la produzione e i prezzi dell’energia con l’obiettivo di massimizzare il risparmio per il cliente.
  • Bettery (Bologna), che, insieme all’Università di Bologna, ha brevettato Nessox: una “batteria liquida” con la maggiore energia specifica e durata mai riportate finora, che permette una ricarica immediata semplicemente sostituendo il liquido interno della batteria.
  • Supercritical Energy (Palermo), che propone una soluzione innovativa per lo smaltimento dei rifiuti: una tecnologia in grado di annullare le emissioni di diossine, particolato fine, ossidi di azoto e di zolfo e di produrre metano dai rifiuti.
  • Scooterino (Roma), la startup più votata online in questa categoria, che ha sviluppato la prima app in Europa focalizzata sulla condivisione di tragitto e spese sulle due ruote.

Queste cinque startup si sfideranno il prossimo 5 luglio a Milano per aggiudicarsi il premio in palio: 50 mila euro, quattro settimane di incubazione e una campagna di comunicazione per farsi conoscere meglio.
Seguiteci su Twitter per scoprire tutto quello che succederà durante l’evento e per conoscere i vincitori di questa edizione di Edison Pulse.