Funzionamento

Il Consiglio di Amministrazione è convocato dal Presidente o dall’Amministratore delegato qualora sia ritenuto necessario od opportuno, o qualora ne facciano richiesta almeno due amministratori, mediante comunicazione scritta da inviarsi almeno cinque giorni o, in caso di urgenza, due giorni prima della data della riunione. Il Consiglio di Amministrazione può inoltre essere convocato dal Collegio Sindacale ovvero individualmente da ciascun membro del Collegio Sindacale, previa comunicazione al Presidente del Consiglio di Amministrazione.

Le riunioni del Consiglio di Amministrazione possono tenersi anche per teleconferenza o videoconferenza, a condizione che tutti i partecipanti possano essere identificati e siano in grado di seguire la discussione, di intervenire in tempo reale nella trattazione degli argomenti affrontati e di ricevere, trasmettere e visionare documenti.
Le riunioni del Consiglio di Amministrazione sono presiedute dal Presidente del Consiglio di Amministrazione o, in caso di sua assenza o impedimento, da altro amministratore designato dal Consiglio di Amministrazione.

Il Consiglio è validamente costituito con l'intervento della maggioranza degli amministratori in carica e delibera con il voto favorevole della maggioranza degli amministratori intervenuti, escludendosi dal computo gli astenuti.
Il Consiglio di Amministrazione può validamente deliberare, anche in assenza di formale convocazione, ove intervengano tutti i suoi membri in carica e tutti i sindaci effettivi, ovvero intervenga la maggioranza degli amministratori e la maggioranza dei sindaci effettivi, e gli assenti siano stati preventivamente informati mediante comunicazione scritta degli argomenti oggetto della riunione e non si siano opposti per iscritto alla trattazione degli stessi.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione e l’Amministratore delegato, quest’ultimo in quanto responsabile diretto delle attività/operazioni sottoposte al Consiglio di Amministrazione, ed esso stesso soggetto statutariamente legittimato a convocare il Consiglio di Amministrazione, provvedono, per il tramite del Segretario del Consiglio di Amministrazione, affinché siano fornite adeguate informazioni sulle materie da trattare in ciascuna riunione. Segnatamente, essi si adoperano per assicurare che la documentazione relativa agli argomenti posti all’ordine del giorno sia portata a conoscenza degli amministratori e dei sindaci con congruo anticipo rispetto alla data della riunione consiliare. Di norma, tale documentazione (disponibile sempre anche in versione inglese o francese, considerate le nazionalità degli amministratori presenti in Consiglio) viene inviata contestualmente all’avviso di convocazione, salvo i casi di urgenza o quando vi sia la necessità di salvaguardare particolari esigenze di riservatezza; in tale circostanza è comunque assicurata un’esauriente trattazione degli argomenti.

Ancorché il Consiglio di Amministrazione abbia valutato che le modalità e l’intervallo temporale di messa a disposizione della documentazione nel corso del 2016 siano risultati congrui, e che l’informativa preconsiliare acquisita, per come eventualmente integrata durante le riunioni, è stata adeguata ed esaustiva, all’esito dell’autovalutazione svolta per il 2016, ha preferito suggerire, per il futuro, il termine di 5 giorni per la messa a disposizione della informativa preconsiliare.

Al fine di rendere maggiormente fluida l’organizzazione della documentazione riguardante le riunioni del Consiglio di Amministrazione, è stata inoltre predisposta, da alcuni anni, una “area di lavoro condivisa”, mediante l’adozione di uno specifico portale informatico destinato alla gestione di tale documentazione, che ha ridotto i tempi relativi alla trasmissione/consultazione e archiviazione ed aumentato la rapidità e sicurezza dell’accesso ai documenti riservati al Consiglio, ottimizzando il processo. La documentazione afferente a ciascuna riunione viene infatti istantaneamente classificata, indipendentemente dalla data di invio del singolo documento, sulla base dell’ordine degli argomenti in agenda, e mantenuta sempre disponibile on line, agevolandone la consultazione anche successiva. L’accesso al portale, che è gestito dalla struttura facente capo al Segretario del Consiglio di Amministrazione, è protetto da user e password personali.

Gli amministratori sono periodicamente aggiornati in ordine all'evoluzione della normativa e ai doveri che li riguardano.

Il calendario delle riunioni nelle quali vengono esaminati i risultati dell’anno o di periodo viene annualmente comunicato alla Borsa Italiana, di norma entro il mese di dicembre per il successivo esercizio, e pubblicato sul sito Internet della Società.

Nell’anno 2016 il Consiglio di Amministrazione ha tenuto 9 riunioni, con una durata media di circa un’ora e trenta minuti per riunione. La presenza media degli amministratori alle riunioni è stata dell’85,37%. Il dettaglio è riprodotto nella sottoindicata tabella:

 

RIUNIONI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2016

AMMINISTRATORI NUMERO PRESENZE ALLE RIUNIONI DEL CDA NEL 2016 PERCENTUALE
In carica al 31 dicembre 2016
Jean-Bernard Lévy 5 su 9 55,56
Marc Benayoun 9 su 9 100
Marie-Christine Aulagnon 8 su 8 100
Béatrice Bigois 8 su 9 88,89
Paolo Di Benedetto 8 su 9 88,89
Gian Maria Gros-Pietro 8 su 9 88,89
Sylvie Jéhanno 7 su 8 87,5
Nathalie Tocci 8 su 9 88,89
Nicole Verdier-Naves 6 su 9 66,67
Cessati nell'esercizio 2016
Philippe Esper

1 su 1

100
Bruno Lescoeur 1 su 1 100
Thomas Piquemal 1 su 1 100