Edison Change The Music migliore iniziativa di sostenibilità del 2008

200 tonnellate di CO2 in meno grazie a concerti ecocompatibili alimentati da fonti rinnovabili. Oltre 300 band giovanili iscritte al concorso, 32.000 contatti e 1.700 iscritti alla community, 406 adesioni al Green Music Book

Edison ha vinto il Sodalitas Social Award - premio nazionale organizzato da Fondazione Sodalitas, punto di riferimento per le aziende attive con progetti di Responsabilità sociale d’I mpresa - classificandosi con “Edison – Change The Music” al primo posto della categoria “Miglior iniziativa di sostenibilità”. L’obiettivo del progetto, supportato dall’adesione di importanti artisti, case discografiche, organizzatori di eventi, promoter musicali e media, è stato quello di ottenere risultati concreti e misurabili in termini di risparmio energetico e riduzione dell’i mpatto ambientale attraverso la musica e tutte le sue manifestazioni.

Edison – Change The Music ha coinvolto tutti gli ambiti di attività nel settore musicale dalla organizzazione e promozione degli eventi, agli studi di registrazione, alla logistica e mobilità nei luoghi di esibizione, alla gestione dei rifiuti attraverso tre diverse iniziative: la Community - uno spazio dedicato su internet dove chiunque ha potuto aderire ai principi del progetto e trovato consigli e informazioni tecniche sul risparmio energetico nella musica - il Green Music Book – una guida “in divenire” sul risparmio energetico e la riduzione delle emissioni nella musica - e il Contest – un concorso dedicato ai giovani musicisti. 300 band giovanili hanno partecipato al concorso, 32.000 contatti e 1.700 amici si sono iscritti alla Community e 406 hanno aderito al Green Music Book. Tra tutti i partecipanti al concorso, una Giuria, composta da alcuni dei più rappresentativi artisti ed operatori del settore musicale italiani, ha preselezionato 12 artisti emergenti che si sono esibiti in 3 live “Edison – Change The Music” - a Otranto, Piacenza e Milano, località dove Edison è storicamente presente, nel corso del 2008.

L’organizzazione dei concerti ha previsto l’adozione del maggior numero possibile di comportamenti e di soluzioni tecniche a favore del risparmio energetico e del rispetto ambientale emersi dalla Community su MySpace e dallo sviluppo del Green Music Book. Il concerto di Otranto è stato il primo concerto in Italia veramente green: l’intero impianto per la manifestazione è stato alimentato con un biodiesel (combustibile a base di olio di girasole), mentre i sistemi audio e luci dei concerti di Piacenza e Milano sono stati alimentati da energia fotovoltaica. Grazie all’u tilizzo di questi provvedimenti sono state risparmiate 200 tonnellate di CO2.

Ogni anno in Italia si svolgono circa 50.000 manifestazioni musicali (esibizioni nei grandi club, concerti nei palazzetti, festival all’aperto), producendo – secondo quanto emerso da uno studio realizzato da Edison - circa 45.000 tonnellate di CO2. Queste emissioni sono equivalenti a quelle generate da 6.000 famiglie medie italiane (prendendo in esame una famiglia composta da 3 persone) con i suoi consumi (7,5 tonnellate di CO2 annue a famiglia), ovvero alle emissioni di 22.500 auto che percorrono ciascuna 10.000 km. Per ogni evento musicale di piccole-medie dimensioni (circa 5.000 persone), un approccio sostenibile che preveda ad esempio l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili per gli impianti elettrici e di illuminazione, mobilità collettiva e car pooling invece dello spostamento in autovettura personale, materiale promozionale stampato su carta riciclata, può ridurre le emissioni di CO2 di circa il 75% passando da emissioni medie di oltre 100 tonnellate di CO2 a circa 26.

Edison - Change The Music, non ha voluto solo informare i giovani del peso ambientale degli eventi musicali, ma ha voluto farsi promotore di una nuova via, replicabile a tutti i livelli, che faccia della musica il settore modello, che possa in qualche modo diventare l’apripista per un nuovo concetto di intrattenimento (divertimento) che in modo concreto raggiunga l’obiettivo prefissato dal Protocollo di Kyoto di riduzione globale delle emissioni di CO2. Tra i Festival che nel 2008 hanno supportato la causa di Edison - Change The Music, il Gods of Metal e il Neapolis Festival. Tra gli artisti che si sono esibiti durante i concerti di Edison – Change The Music ricordiamo: Piero Pelù, Mondo Marcio, Velvet, Casino Royale, Afterhours, Après La Classe, Mallory Switch.