Le nuove frontiere dello sviluppo sostenibile

Le nuove frontiere dello sviluppo sostenibile

Edison sin dalla sua nascita ha dimostrato di saper guardare al futuro con un approccio d’avanguardia. L’ha fatto ieri, in un momento in cui era necessario costruire un mondo nuovo, nel quale essere impresa innovativa significava portare nel paese la modernità e offrire nuove occasioni di progresso. Lo fa oggi, in modo diverso ma con la stessa tenacia, per cambiare in meglio, attraverso l’energia, il mondo in cui viviamo. Stessi valori, stessi obiettivi, diverse competenze per stare al passo con i tempi, medesima voglia di interpretare al meglio il pionierismo e la tensione verso l’innovazione che contraddistinguono l’identità dell’azienda.

Rimanendo fedele a se stessa, Edison, nel corso degli ultimi anni, è riuscita a reagire ai cambiamenti strutturali dei mercati: attraverso l’applicazione di un modello di business flessibile e diversificato, l’azienda ha continuato a generare valore dai propri asset in entrambe le filiere, ottenendo risultati economici e finanziari di assoluta rilevanza.

Creazione di valore e sostenibilità hanno trovato una sintesi strategica nel modo di fare impresa di Edison. Edison opera in una logica di valore condiviso, cercando occasioni di sviluppo che sappiano esprimere benefici per tutti i portatori d’interesse: un approccio virtuoso che aumenta la competitività e la velocità dei processi d’innovazione. Questa è anche la base dell’impegno di Edison per lo sviluppo sostenibile, chiarito nelle politiche aziendali, nel Codice Etico e nell’adesione ai dieci principi del Global Compact delle Nazioni Unite, che Edison non solo ha fatto propri, ma si impegna a promuovere presso tutti gli stakeholder.

Coniugare la competitività con la presenza sui territori, conciliando il ruolo “macro” di protagonista del mercato nazionale e internazionale con l’esigenza di realizzazione e gestione d’infrastrutture locali, sui territori è la missione di responsabilità dell’impresa. Tale visione d’insieme accompagnerà il cambiamento di Edison anche nel prossimo futuro e gli anni a venire saranno cruciali per vincere le sfide dello sviluppo sostenibile. Incremento delle fonti rinnovabili, gas come fonte di transizione: Edison intende affrontare il futuro continuando a lavorare per anticipare i cambiamenti del mercato e della regolamentazione, valorizzando le sue competenze e rafforzando la sua posizione sul mercato finale e dei servizi energetici, mettendo sempre il cliente al centro. Senza dimenticare la flessibilità, il valore degli investimenti effettuati e la coerenza con i principi della responsabilità d’impresa, che caratterizzano l’azienda da oltre 130 anni.

  • Edison è la più antica azienda elettrica d’Europa: dal 1884 produce energia elettrica e dal 1931 fornisce gas alle famiglie. È parte di EDF (Gruppo Electricité de France).
  • È attiva nei settori dell’approvvigionamento, della produzione e della vendita di energia elettrica, gas e olio grezzo, oltre a operare sui mercati all’ingrosso di energia elettrica e gas.
  • Le sue attività si svolgono in più di 10 Paesi del mondo grazie all’impegno di oltre 3.000 persone e a un parco di produzione efficiente e diversificato, composto da impianti a ciclo combinato a gas, idroelettrici, eolici, solari e a biomasse.
  • Ha messo a punto servizi e soluzioni di efficienza energetica e grazie alla partecipazione in E2i, ha contribuito alla costituzione del terzo operatore nel settore delle energie rinnovabili in Italia.
  • È impegnata nell’esplorazione e produzione d’idrocarburi in Italia, nel Nord Europa, in Medio Oriente, in Sud America e in Africa.
  • È promotrice di progetti infrastrutturali per l’importazione di gas, che favoriscono la diversificazione delle rotte e delle fonti di approvvigionamento per l’Italia e l’Europa.
  • Controlla società dedicate che operano nelle attività regolate del gas naturale, in particolare nell’esercizio delle concessioni di stoccaggio di tre campi a Cellino, Collalto e San Potito e Cotignola e nella gestione del metanodotto di Cavarzere-Minerbio, funzionale al collegamento del rigassificatore di Rovigo.