Comitato per la Remunerazione

Al Comitato per la Remunerazione l’attuale Consiglio, anche sulla base delle proposte ricevute dallo stesso Comitato, ha attribuito le seguenti competenze:

a) esprimere raccomandazioni e/o proposte allo stesso Consiglio di Amministrazione, monitorando la loro applicazione, in materia di:

  • remunerazione del Presidente del Consiglio di Amministrazione, dell’Amministratore delegato, degli altri amministratori che rivestono particolari cariche nella Socie tà o che ricevano anche di volta in volta incarichi particolari o che facciano parte di Comitati istituiti in seno al Consiglio;
  • eventuali piani di natura azionaria o monetaria di lungo periodo ed eventuali benefits;
  • se richiesto dal Consiglio di Ammi nistrazione, la determinazione dei criteri per la remunerazione dell’alta direzione della Società e del gruppo; il tutto avvalendosi, ove ritenuto opportuno, di consulenti esterni a spese della Società;

b) esaminare la proposta dell’Amministratore delegato circa la remunerazione del Chief Financial Officer e del Chief Operating Officer, esprimendone il relativo parere.

Il Comitato per la Remunerazione in essere dal 13 maggio 2008 si compone di quattro membri, tutti amministratori non esecutivi, di cui tre indipendenti. Nel 2010 ne hanno fatto parte: Gregorio Gitti (Presidente e indipendente), Marc Boudier, Mario Cocchi (indipendente) e Gian Maria Gros-Pietro (indipendente). Dal 14 gennaio 2011 l’amministratore dimissionario Marc Boudier è stato sostituito con Jean-Louis Mathias. Considerate le competenze professionali e l’esperienza dei membri che costituiscono il Comitato, risulta inoltre osservata la raccomandazione del Codice circa l’adeguatezza di conoscenza ed esperienza in materia finanziaria.

Il Comitato si costituisce con l’intervento della maggioranza dei suoi componenti, a condizione che l’eventuale componente assente abbia espresso il proprio consenso alla tenuta della riunione e delibera a maggioranza assoluta dei suoi componenti.

Alle riunioni del Comitato possono essere invitati a partecipare, di volta in volta, e su invito del Presidente del Comitato, dipendenti ed esperti, con funzioni consultive. Di norma, inoltre, viene invitato a partecipare il Presidente del Collegio Sindacale.

Le proposte relative alla remunerazione del Presidente e dell’Amministratore delegato vengono in ogni caso formulate in assenza dei diretti interessati.

Il Presidente del Comitato formula al Presidente del Consiglio di Amministrazione e all’Amministratore delegato indicazioni in ordine ad eventuali argomenti da includere nell’ordine del giorno delle riunioni del Consiglio. Il Presidente del Comitato informa il Consiglio alla prima riunione successiva delle decisioni assunte, anche nella forma di proposta, in ordine alle materie di propria competenza.

Nonostante il Consiglio di Amministrazione non abbia approvato un budget specifico, il Comitato può disporre di volta in volta delle risorse finanziarie necessarie per lo svolgimento dei propri compiti.

Il Comitato è assistito, nella orga nizzazione delle proprie riunioni, dal segretario del Consiglio di Amministrazione e dal direttore delle risorse umane.

Nel corso del 2010 il Comitato per la Remunerazione ha tenuto 4 riunioni nelle quali ha:

  • verificato la realizzazione degli obiettivi posti alla base della componente variabile del compenso relativo all’esercizio 2009 e proposto quelli da porre alla base della componente variabile del compenso relativo all’esercizio 2010 dell’Amministratore delegato, del Chief Financial Officer e del Chief Operating Officer; inoltre ha completato la proposta circa gli obiettivi di riferimento dello specifico LTI per il management interessato, ivi incluso l’Amministratore delegato;
  • esaminato le linee guida sulla politica meritocratica per il management per l’esercizio 2010 e ha formulato un parere rappresentato al Consiglio di Amministrazione alla luce di un’analisi dei trend di mercato in atto, tenuto conto del conseguente posizionamento competitivo aziendale e dello scenario economico generale; per l’effettuazione di tale parere, il Comitato si è avvalso anche di un’analisi effettuata da una società esterna specializzata.

Dall’inizio del 2011 il Comitato ha tenuto tre riunioni, nelle quali ha verificato il livello di conseguimento degli obiettivi di riferimento per la componente variabile del compenso relativo all’esercizio 2010 dell’Amministratore delegato, del Chief Financial Officer e del Chief Operating Officer e ha preso atto delle evidenze risultanti con riferimento al LTI relativo all’Amministratore delegato ed al management interessato.

Il Comitato ha sottoposto le proprie proposte al Consiglio di Amministrazione per la relativa valutazione ed approvazio ne, per quanto di competenza dello stesso Consiglio, ed ha riferito all’Amministratore delegato le pro prie valutazioni per quanto di competenza del medesimo.

La presenza media degli amministratori alle riunioni è stata del 100%. Il dettaglio è riprodotto nella se guente tabella:

Membri del Comitato Numero presenze alle riunioni del comitato nell’anno 2010 Percentuale
in carica
Gregorio Gitti 4 su 4 100
Marc Boudier 4 su 4 100
Mario Cocchi 4 su 4 100
Gian Maria Gros-Pietro 4 su 4 100
Tools